Hidden Treasures – Amy Winehouse, The Ska Ep

Tutti sanno chi era Amy Winehouse, cosa ha fatto e qual’è stato il suo impatto nella musica. Tutti conoscono il suo secondo album ” Back To Black“, probabilmente uno dei più bei dischi soul di nuova generazione, molti conoscono il primo album “Frank”, molto più jazz rispetto a quello che l’ha portata al successo, ma solo alcuni, pochi, conoscono il suo “Ska Ep“. Amy Winehouse infatti era una grande fan della musica Ska, genere nato in Giamaica che mescolava i classici strumenti del jazz con un ritmo più veloce, che metteva gli accenti sul cosi detto levare della battuta, da cui si sarebbero sviluppati il rocksteady prima e il reggae poi.
La musica Ska ebbe un grande successo in Inghilterra, prima grazie ai numerosi immigrati giamaicani e poi grazie al movimento mod che per primo abbracciò questo genere musicale facendolo diventare un punto cardine della sua cultura. Dapprima riscossero molti consensi artisti giamaicani come Prince Buster, Skatalites, Toots & The Maytals e successivamente si formarono anche gruppi inglesi come gli Specials e i Madness. Non è un caso infatti che la tracklist di questo ep sia costituita da una cover di Toots & The Maytals, “Monkey Man”, una cover degli Specials, ” Rich Boy”, una cover degli Skatalites, “You’Re Wondering Now” e non poteva mancare, da parte di una reginetta della musica black, una cover di Sam Cooke, “Cupid”. Gli arrangiamenti di questi pezzi sono esemplari, non snaturano i pezzi, ma gli rendono giustizia e la voce di Amy Winehouse aggiunge quel tocco di soul che è la ciliegina sulla torta. Il tutto suona molto bene, spontaneo e l’ ep sembra quasi uscito negli anni d’oro dello ska inglese. Se siete fanatici del vinile non potete perdere la stampa della ” 2SoulRecords”, l’unico altro modo per reperire questi pezzi è acquistare la deluxe version di “Back To Black”. Se vuoi sentirlo tutto, CLICCA QUI.
Posta un commento