Cher, ritorno a 67 anni: «Lady Gaga? Voleva duettare con me ma non ha funzionato»

A quasi 70 anni, continua a essere una regina della musica pop. Unica cantante a vantare un brano al numero uno della top ten americana in sei decenni differenti, da una settimana Cher è nei negozi con il suo ventiseiesimo album, "Closer to the Truth", già terzo nella classifica vendite statunitense.
L’amore ("My love"), un inno femminista in chiave dance ("Woman’s world"), gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 ("Sirens"): ecco solo alcuni dei temi trattati nelle quattordici canzoni che compongo l’album (diciassette nella versione deluxe), pubblicato a distanza di dodici anni dal precedente "Living Proof".
Cher, look impeccabile e cascata di boccoli rossi a incorniciare il viso, sorride e fa battute quando le si chiede perché abbia aspettato tanto: «Me ne sono dimenticata. È stato il mio manager a convincermi a tornare in studio di registrazione!». La tracklist comprende anche due brani scritti dall’amica popstar Pink, "Lie to Me" e "I walk alone": «Mi sono subito innamorata di "Lie to Me": tutti quelli che l’ascoltano si commuovono. Al contrario, la prima versione di "I walk alone" era davvero brutta: l’ho dovuta registrare due volte prima di essere soddisfatta», racconta.
Nel disco c’è pure spazio per una cover, "I hope you find it", portata al successo da Miley Cyrus. «In questo periodo tutti mi chiedono un commento su Miley Cyrus e su Lady Gaga. Cosa posso dirvi? Io ho aperto una porta, chi è venuto dopo di me l’ha spalancata». E a proposito del duetto che avrebbe dovuto realizzare con Lady Gaga, specifica: «Certe idee sono splendide sulla carta, ma poi di fatto non funzionano. La proposta veniva da lei: ci abbiamo provato, ma abbiamo avuto dei problemi a livello di produzione e alla fine l’esito non ci convinceva».
Quanto a Madonna, che in passato aveva definito «Una stronza da imitare», chiarisce: «Mi piace scherzare! Senza dubbio è una delle artiste più straordinarie del secolo: è avanti anni luce rispetto ai colleghi per capacità di precorrere le mode e le tendenze. Detto questo, sono affascinata dalle sue trasformazioni e dal suo look, meno dalla sua musica».
Impegnata nella promozione di "Closer to the Truth", Cher, classe 1946, martedì 8 ottobre sarà ospite del programma di Morandi Gianni Morandi Live in Arena, in onda su Canale 5: «Canterò "Woman’s world" e "Bang Bang"», anticipa. Sarà forse l’unica occasione per vederla live in Italia: il Dressed To Kill Tour, che partirà a marzo 2014 dall’Arizona, si articola in 49 date e per ora non prevede tappe europee. «È molto faticoso sostenere una tournée: non voglio sovraccaricarmi e rischiare di non essere al cento per cento della forma fisica. I primi concerti saranno un banco di prova: inserirò nuove date solo se me la sentirò». Nota anche come regista, autrice e attrice, Cher ha vinto di tutto: Oscar, Emmy, Golden Globe e Grammy. E annuncia: «Non ho in progetto di tornare sul grande schermo però sto lavorando a un paio di sceneggiature: una serie tv e uno spettacolo teatrale dedicato alla mia vita che verrà messo in scena a Broadway».
Posta un commento