È MADONNA LA PIU “ODIATA” DAGLI ALBERGATORI

MILANO - La più odiata Madonna, che richiede rose e gigli della lunghezza di 15,24 cm, un’insegnante di yoga e un’agopunturista personali, cucina vegana e cuoco personale,
la più temuta Pamela Anderson, che pretende di eliminare tutti gli specchi perché odia la sua immagine riflessa, il più esigente Rod Stewart, che esige una vera e propria squadra di “oscuratori”, pronti ad intervenire su qualsiasi punto di luce. A rivelarlo è l’albergatore toscano Salvatore Madonna, proprietario della catena alberghiera di lusso Soft Living Places, che riunisce il rinomato Hotel Byron a Forte dei Marmi, l’Hotel Plaza e de Russie a Viareggio e il Green Park Resort a Tirrenia, che ha istituito un proprio database delle esigenze dei vip di tutto il mondo, grazie a rivelazioni provenienti della stampa estera e da indiscrezioni di proprietari d’alberghi internazionali; d’altra parte per un albergatore come lui che ha ospitato vip del calibro di Naomi Campbell, Daniel Craig e il regista statunitense Robert Zemeckis, è il minimo. Ma veniamo al database dell’imprenditore toscano.
 Se da una parte Pamela Anderson afferma di avere paura degli specchi e di odiare la sua immagine riflessa, ben diverso è invece il caso di Justin Timberlake, che, oltre ad una palestra privata, preferisce riservare un intero piano per sé, piuttosto che semplicemente una stanza, ovviamente, attrezzata di PlayStation e Nintendo, sua anche la mania di filtri nuovi per l’aria condizionata e maniglie disinfettate; mentre ad aver bisogno di una squadra di “oscuratori” è Rod Stewart, che non riesce a dormire se non si trova nel buio più totale..
Se Jennifer Lopez si porta sempre con sé le proprie lenzuola, per non dormire in modelli realizzati con meno di 250 fili , coperte ricamate e lenzuola cucite a mano made in Italy sembrano essere irrinunciabili per Nicole Kidman.
Potrebbe invece capitare di dover riarredare completamente una stanza con mobili provenienti da Los Angeles, ridipingere di bianco le pareti, installare ben 20 linee telefoniche internazionali, nel caso in cui si presenti in albergo l’esigentissima Madonna, che richiede inoltre rose e gigli della lunghezza di 15,24cm, un’insegnante di yoga e un’agopunturista personali, cucina vegana e cuoco personale. 
Un’altra cantante con richieste alquanto stravaganti è Katy Perry, che per la sua stanza d’albergo richiede una sedia da regista, un umidificatore per armadi e uno specchio a figura intera. Da mangiare esige invece una ciotola intera di salsa ranch, due dozzine di snack, sei tipi diversi di bevande, macchina da caffè Keurig o Nespresso con un assortimento di cialde, fette di mango, due tipi di hummus, camomilla e tè verde, latte di mandorle e patatine ai semi di lino.
Molto più economiche le richieste di Rihanna: caramelle gommose Haribo, biscotti Oreo, formaggini Babybel e lattine di Red Bull.
Ci sono infine stranezze quasi “patologiche”, come quella di David Beckham, che, si dice soffra di disturbo ossessivo compulsivo, si vesta solo di bianco in casa e disponga i vestiti per colore negli armadi.
 “In tutti questi anni – spiega Salvatore Madonna – abbiamo accolto moltissime star nostrane ed internazionali, da Eros Ramazzotti a Flavio Briatore, da Naomi Cambpell a Daniel Craig e siamo pronti ad accoglierne molte altre. Per non rischiare di fare brutta figura e di essere colti impreparati abbiamo organizzato una task force dedicata, per scoprire le esigenze più stravaganti dei personaggi famosi, che, qualora dovessero soggiornare nei nostri alberghi, avrebbero la sensazione di essere a casa, perché questa è la filosofia degli hotel Soft Living Places, luoghi dove vivere dolcemente.”
http://www.primapress.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=15124:gossip-e-madonna-la-piu-odiata-dagli-albergatori
Posta un commento