L'autunno caldo del pop Madonna prepara il gran colpo

di Marco Molendini
ROMA - I tempi bui sembrano passati e l'industria discografica ha ripreso a macinare musica con vigore. 
A dare fiato c'è il boom del mercato digitale (in Italia rappresenta ormai il 43 per cento), in gran parte legalizzato, che produce introiti e una spinta a pubblicare tutto il pubblicabile, novità, riedizioni, curiosità, fondi di magazzino, rarità. La stagione forte resta l'autunno, quei tre mesi e mezzo che portano a Natale, anche se la diffusione delle piattaforme di vendita sul web ha cambiato molte regole. Comunque l'autunno è la stagione calda, il momento giusto per mettere in fila i nomi forti, le sorprese e le celebrazioni. Partiamo dalle novità, quelle proposte dal mercato internazionale, dove alle certezze annunciate si aggiungono anticipazioni e previsioni. Dopo due anni da MDNA, dovrebbe riprovarci la regina del pop Lady Madonna Ciccone, che dopo aver rotto con il suo ultimo toy boy, si è chiusa in studio (lo testimoniano i suoi ripetuti flash su Instagram), facendo appello al suo abituale perfezionismo (non ha voglia di lasciare lo scettro) e chiamando collaboratori come il produttore dj svedese Avicii, che avrebbe lavorato a sette pezzi, l'altro produttore americano Diplo e l'autrice di Wrecking Ball della sua epigona Miley Cyrus, MoZella, che potrebbe essere la grande sorpresa del disco con un duetto a sorpresa fra le due. Un solo titolo è già noto, Messiah.
SUPERSTARS
Un altro ritorno, dopo un silenzio rigeneratore, è quello di Adele, il disco della british superstar ha già una data di uscita, il 4 ottobre, e un titolo, 25 (dopo 19 e 21, continua la serie di titoli numerici). L'anno dovrebbe segnare un'altra riapparizione, quella di uno dei veri maestri della musica contemporanea, Prince, che starebbe confezionando addirittura due dischi, il primo già annunciato Plectrum electrum registrato con le 3rd Eye Girl, il secondo vedrebbe una partecipazione della popstar britannica Rita Ora e della cantante californiana Apollonia Kotero. Un compleanno illustre è quello del 21 settembre di Leonard Cohen, che fa 80 anni e li accompagna con un disco di canzoni nuove, Popular Problems (che uscirà due giorni dopo, il 23). Un'altra vecchia gloria, Barbra Streisand, si è concessa la piacere dei duetti con l'album Partners (esce il 16 settembre) in cui trova gente come Stevie Wonder, Michael Bublè, Billy Joel, John Legend, Andrea Bocelli e c'è anche un duetto col morto, in questo caso il re del rock and roll, Elvis Presley, in Love me tender. Un duetto annunciato e già celebrato (il singolo Anything goes è in testa alla classifiche dei singoli) è quello fra Lady Gaga e il grande vecchio del crooning, Tony Bennett: il loro Cheek to cheek esce a tempo di swing il 23 settembre. Entro l'anno, forse il 27 ottobre, dopo 5 anni di silenzio, anche gli U2 dovrebbero partorire il nuovo disco, titolo probabile Sirens. Perfino l'irrequieto Justin Bibier è stato messo in studio a Toronto con l'impegno a produrre un album che dovrà uscire entro l'anno. E un ex cattivo ragazzo, il settantottenne maestro del rock 'n'roll, Jerry Lee Lewis ha inciso un album nuovo di zecca, Rock & Roll time (esce il 28 ottobre). Elvis Costello, Marcus dei Mumford & sons e T. Bone Burnett (c'anche Johnny Depp come ospite chitarrista), invece, hanno confezionato un omaggio a Bob Dylan con un disco di fatto di brani scritti e mai utilizzati dall'autore: Lost on the river, the new basement. Quanto a Bruce Springsteen continua la serie delle riedizioni dei suoi primi storici album con un cofanetto dedicato a The River. Il nuovo disco, acustico, sulla linea folk più che rock, senza la E street band, però vedrà la luce nel 2015. Ancora, la lista delle uscite prevede i Foo Fighters con Sonic Highways (11 novembre), Lenny Kravitz con Strut (il 23 settembre), i Maroon 5 con V (il 2 settembre), Ryan Adams, con un disco che porta il suo nome (8 settembre), Marianne Faithfull con Give my love to London (29 settembre), Macy Gray con The Way (7 ottobre), Billy Idol (ottobre), Slash con World on fire (16 settembre). Clamorose un paio di pubblicazioni sul fronte dei recuperi d'archivio. La più clamorosa è The endless river, nuovo (si fa per dire) album dopo un ventennio dei Pink Floyd, si tratta di un disco di musiche ambient e in gran parte strumentali, basato sulle registrazioni dell'ultimo album della band, The Division Bell del 1994, su cui hanno lavorato David Gilmour (che da parte sua sta lavorando a un disco che uscirà il prossimo anno) e Nick Mason, ma non Roger Waters (arriverà entro ottobre). Ma dal cappello a cilindro della discografia sbuca (fine anno) un altro miracolo, Queen forever, con un paio di pezzi cantati da Freddie Mercury recuperati dagli archivi (uno è Love Kills di Moroder). Intanto continua la serie di ripubblicazioni rimasterizzate dei dischi dei Led Zeppelin, mentre Jimmy Page e Robert Plant continuano a litigare ferocemente. Quest'ultimo, il 9 settembre, uscirà con un suo nuovo album, Lullaby and... The ceaseless roar. 
http://www.corriereadriatico.it/SPETTACOLI/madonna_pop_musica_adele_bieber_pink_floyd/notizie/861280.shtml
Posta un commento