Il produttore di Antony: 'Il prossimo disco è politico e arrabbiato'

Cinque anni fa - prima cioè del disco dal vivo con Franco Battiato "Del suo veloce volo" - l'ultimo album di studio di Antony and the Johnsons "Swanlight" sondava come e più di sempre temi mistico-esoterici, esplorando dimensioni oltre il tempo e lo spazio in sospeso tra vita e morte. Il prossimo, invece, rifletterà su argomenti decisamente più terreni e apertamente politici, prendendo spunto dalle rivelazioni delle azioni di spionaggio internazionale - su Internet, e non solo - messe in atto dall'agenzia per la sicurezza nazionale statunitense NSA a protezione della sicurezza e degli interessi della Casa Bianca, del Pentagono e delle altre principali istituzioni governative. A rivelarlo all'NME è stato Hudson Mohawke, produttore e dj scozzese di musica elettronica che se ne sta occupando. "L'album che sto producendo per lui è una vera figata", ha detto il ventottenne artista di Glasgow. "E' molto politico, molto arrabbiato, e prende di mira la NSA".
Lo scorso mese di maggio Antony Hegarty era salito sul palco della Webster Hall di New York durante uno show intitolato "Hudson Mohawke and Friends": in quella occasione, nascosto da un telone, aveva cantato due canzoni inedite probabilmente destinate al nuovo disco. Come ricorda il Guardian, il performer inglese di formazione newyorkese non è nuovo a collaborazioni con artisti della scena elettronica, avendo lavorato in passato con Matmos, Current 93, Oneohtrix Point Never e Hercules and Love Affair. Mohawke, vero nome Ross Birchard, oltre che come artista solista produce musica come metà dei TNGHT. In passato ha collaborato con Kanye West e sta attualmente portando a termine un progetto con il cantante dei Foals Yannis Philippakis.
http://www.rockol.it/news-633676/antony-and-the-johnsons-prossimo-disco-hudson-mohawke
Posta un commento