Band Aid 30, le polemiche: interviene Sinéad O'Connor. Guetta per il remix

Mentre continuano le polemiche e le prese di distanza dall'operazione Band Aid 30 - "Do they know it's Christmas?", e dopo che Bob Geldof, promotore dell'iniziativa, ha sbrigativamente commentato "sono tutte stronzate", interviene a modo suo Sinéad O'Connor, che, come si sa, non è una che le manda a dire (e alla registrazione della canzone ha preso parte).
Richiesta di un parere dai tabloid britannici, la cantante irlandese ha dichiarato:
"Penso che dovrebbero tutti chiudere il becco. Se non gli stava bene il testo della canzone non dovevano venirla a cantare. L'accusa di "autocompiacimento" da parte di Lily Allen è una forma di autocompiacimento da parte sua. E l'assunto secondo il quale chi ha partecipato al progetto non ha anche fatto una donazione in denaro è, appunto, un assunto" (Lily Allen ha fatto sapere che lei avrebbe devoluto una somma alla ricerca sul virus Ebola). E a proposito delle accuse di Damon Albarn, secondo le quali nel progetto c'è una componente paternalistica? "Che cazzo me ne frega di quello che pensa Damon Albarn!" ha risposto Sinéad O'Connor. Intanto Bob Geldof ha fatto sapere di aver contattato David Guetta perché prepari un remix dance del singolo, ricevendone come risposta un "Sì, perché no?".
http://www.rockol.it/news-640041/band-aid-30-polemiche-parla-sinead-o-connor-guetta-remix#
Posta un commento