Sony, regalo di Natale di Anonymous: distribuiremo The Interview

Il collettivo, noto come Anonymous, ha minacciato di rubare il film Sony per distribuirlo in streaming, visto che nessuna sala Usa vuole proiettarlo.
Anonymous, il gruppo di hacktivism, è entrato a gamba tesa nell'affaire Sony, annunciando che potrebbe "distribuire" The Interview, il film ritirato da tutte le sale americane dopo le minacce tettoristice da parte degli hacker, probabilmente nordcoreani, che nei messaggi si sono sempre firmati come i "Guardiani della pace". In una serie di tweet, Anonymous ha invece affermato che sarebbe pronto a fare un "regalo di Natale" a tutti gli utenti del web, postando in streaming il film di James Franco e Seth Rogen, che racconta di un immaginario completto contro il leader coreano Kim Jong-un, ideato dalla Cia servendosi di due giornalisti.
Nel messaggio Anonymous ha minacciato di entrare nei sistemi della Sony per rubare il film, che nessun circuito di cinema negli Usa ha voluto distribuire. "Non stiamo con nessuna delle due parti, vogliamo solo vedere il film - ha fatto sapere il collettivo - ci siamo infiltrati nei vostri sistemi molto prima della Corea del Nord, e pensavamo che fosse un buon avvertimento per riparare le vostre falle". 
"Siamo veramente così deboli da ritirare un film solo perchè non piace a un dittatore nordcoreano? E cosa succederà dopo?": sono queste le domande che il gruppo si è posto, in un eccesso di patriottismo che nessuno finora si sarebbe potuto aspettare.
http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=67014&typeb=0
Posta un commento