Rai Way, cosa c'è dentro le società delle torri

Ei Towers, con unione Mediaset peserà 41% ricavi, Rai per 39%
Ei Towers, la società controllata al 40% da Mediaset, opera nelle torri di trasmissione per gli operatori radio-televisivi, della telefonia mobile e delle telecomunicazioni. E' 'nata' dalla fusione tra Elettronica Italiana, l'unità delle torri di Mediaset, e Dmt, il gruppo indipendente fondato dall'ex manager del Biscione Alessandro Falciai e quotato in Borsa nel 2004. Al momento di quelle nozze l'Antitrust chiese garanzie sull'accesso a tutti ai servizi della società, con vincoli ulteriori su investimenti e prezzi.
Attualmente Ei Towers ha un parco di 3.200 infrastrutture, 2.300 delle quali di proprietà o disponibilità. Per la maggior parte si tratta di locali tecnologici, pali o tralicci, sul territorio italiano, per gli impianti di trasmissione e le antenne di diffusione del segnale. Nel 2013, l'ultimo bilancio approvato, ha registrato ricavi per 233 milioni, con utili per 33 milioni.
Oltre alla quota del 40% che via Mediaset fa capo alla famiglia Berlusconi, ha tra i soci anche il fondo Blackrock con il 10,2%.
Ha attualmente una capitalizzazione di mercato di 1,35 miliardi.
Rai Way gestisce le reti di trasmissione e diffusione radiotelevisiva per la Rai con 23 sedi territoriali oltre a quella centrale di Roma e oltre 2.300 siti dislocati sul territorio italiano. Nel 2013 ha registrato 118 milioni di ricavi, con 8,4 milioni di utili. Controllata per il 65% dalla Rai, ha fatto il suo debutto in Borsa a novembre, con un'offerta pubblica di vendita delle azioni in mano a Viale Mazzini dopo il decreto di privatizzazione del ministero delle finanze varato a settembre. Dopo l'esordio in Borsa a fine anno era apparso tra i soci rilevanti anche Blackrock, azionista con oltre il 5%, ma il fondo americano è poi tornato sotto traccia. Rai Way con il balzo di oggi capitalizza 1,1 miliardi in Borsa.
Secondo quanto afferma Ei Towers nell'annuncio di offerta su Rai Way, l'attesa è che dall'operazione nasca un operatore più efficiente, che apra in prospettiva sempre più la propria infrastruttura agli operatori di rete, e con vantaggi anche ambientali, visto che andrà a ridurre le duplicazioni di infrastruttura in alcune zone periferiche del paese, a beneficio dell'impatto paesagistico. L'incidenza di Mediaset sui ricavi nel gruppo sarà al 41%, rispetto al 77% di oggi, mentre la Rai peserà per il 39%.
Il comparto delle torri è apparso in grande fermento negli ultimi mesi e sia Rai Way e sia Ei Towers sono state ritenute in gara per l'acquisizione delle torri di trasmissione della Wind, finite poi agli spagnoli di Abertis con un'esclusiva assegnata dalla controllata dei russi di Vimpelcom appena tre settimane fa (la sfida da ultimo si era giocata tra Ei Towers e F2i-Providence).
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2015/02/25/rai-way-cosa-ce-dentro-le-societa-delle-torri_1a9a9d5f-c54d-454e-afc3-e68997375920.html
Posta un commento