Vincent Cassel pronto al sequel de L'odio

Vincent Cassel è il primo sostenitore di un sequel di L'odio. In un'intervista al Guardian, la star francese ha dichiarato che è giunto il momento per Matthieu Kassovitz di dare un seguito al suo film del 1995. Secondo l'attore, la spinta potrebbe arrivare dopo gli attacchi contro Charlie Hebdo, l'attentato dello scorso 7 gennaio nella redazione del giornale a Parigi che ha particolarmente colpito Kassovitz. 
"Quando Matthieu ha deciso di girare L'odio, è successo perché rimase scioccato dall'assassinio di un ragazzo in una stazione di polizia. Improvvisamente, sentì come se avesse qualcosa da dire su quest'argomento", ha raccontato. "Forse con tutto quello che è successo di recente, potrebbe accadergli di nuovo". 
Cassel ha poi spiegato che nonostante il suo personaggio, Vinz, non tornerà nel potenziale sequel, l'idea di un seguito sarebbe ideale per Kassovitz. "Ha coltivato questo pensiero negli ultimi anni, poi è stato molto impegnato e non sapeva precisamente che storia raccontare. Se ci riuscirà adesso, potrebbe essere il prossimo grande film di Mathieu Kassovitz". 
Posta un commento