Parata di stelle al Festival del Cinema di Roma ma la più attesa è Monica Bellucci

I primi a calcare il tappeto rosso saranno Joel Coen, Jude Law, Paolo Sorrentino ma anche Dario Argento, Paola Cortellesi e Carlo Verdone
Il Festival del Cinema di Roma, giunto alla decima edizione (16 – 24 ottobre), ritorna alle origini recuperando la denominazione di “Festa”. Segue a Marco Müller il nuovo direttore artistico Antonio Monda, uno degli interpreti della Festa inventata da Walter Veltroni. Di quell’idea originale rimangono gli incontri con attori, registi e personaggi della cultura (la parte più interessante della kermesse che si svolgerà come sempre all’Auditorium Parco della Musica, anche se la sala Santa Cecilia non sarà disponibile), rimane la sezione Alice nella città, sparisce la sezione Extra, spariscono le giurie, il concorso e si dimezzano i film che verranno proiettati (da un settantina a 37).“Sarà una festa che punta sulla qualità delle pellicole e non sul tappeto rosso”, ha dichiarato il direttore artistico. Peccato che a una festa gli elementi portanti dovrebbero essere proprio gli ospiti. Non che non ce ne siano, ma siamo lontani dagli anni d’oro (i primi due) della rassegna.Ecco allora i protagonisti più attesi degli “Incontri ravvicinati” con il pubblico. I primi a raccontarsi saranno Joel Coen e la moglie Frances McDormand, seguiranno Jude Law, Papa giovane nella serie tv che Paolo Sorrentino sta girando a Roma, e il regista de La grande bellezza che verrà presentato in una versione speciale più lunga di 40 minuti. Poi toccherà ai duetti William Friedkin, papà de L’esorcista, e il nostro Dario Argento, Paola Cortellesi e Carlo Verdone.
La diva più acclamata sul red carpet sarà la nostra Monica Bellucci, protagonista della pellicola canadese Ville-Marie di Guy Édoin, un film che riflette la vita nel cinema e viceversa. Al centro una Bellucci mai vista, assicurano, anche se tutti attendono di vederla nel nuovo 007. Con lei calcheranno il tappeto rosso Ellen Page, protagonista insieme a Julienne Moore del drammatico Freeheld e l’ex calciatore Eric Cantona nel francese Mad Kings.E visto che i veri protagonisti sono le pellicole ecco alcuni titoli da non perdere. Il film d’apertura Truth con Cate Blanchett e Robert Redford sul caso “Rathergate” che indaga i presunti favoritismo ricevuti da George W. Bush per evitare il Vietnam. The Walk di Robert Zemeckis (Ritorno al futuro) sulla storia del funambolo Philippe Petit che su un cavo d’acciaio passò da una Torre Gemella all’altra. Le prime due puntate della seconda stagione della serie tv Fargo (dal 22 dicembre su Sky Atlantic HD), questa volta si tratta di un prequel ambientato nel 1979. L‘inquietante Experimenter con Winona Ryder e Junun di Paul Thomas Anderson che ci porta in India con il chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood. Non perdetevi anche la retrospettiva dedicata alla Pixar (Monsters & Co., Toy Story, Cars, ecc.) che proprio in questi giorni ha visto Inside Out scalare il box office diventato il cartoon più visto in Italia (ha superato Frozen).Sul fronte italiano ad aprire i battenti sarà Era d’estate di Fiorella Infascelli che ci porta sull’isola dell’Asinara dove, nel 1985, i giudici Falcone e Borsellino (interpretato da Beppe Fiorello) scrissero la maxi istruttoria per il processo alla mafia iniziato l’anno successivo. Claudio Cupellini dirige Elio Germano e Marco d’Amore in Alaska, mentre Sergio Rubini si affida a Fabrizio Bentivoglio e Isabella Ragonese per la sua commedia divertente e tagliente Dobbiamo parlare. Il giovane Gabriela Mainetti firma il curioso Lo chiamavano Jeeg Robot in cui Claudio Santamaria (in tv con E’ arrivata la felicità) scopre di aver ricevuto in dono una forza sovrumana. Gianni Amelio in Registro di classe racconta un secolo di scuola dell’obbligo attraverso le voci di alunni e insegnanti di ogni parte d’Italia, invece di tutt’altro tenore sarà Game Therapy, primo film con gli Youtuber Favij, Federico Clapis, Zoda e Leonardo Decarli che verrà presentato nella sezione Alice nella città. I giovanissimi prenderanno d’assalto l’Auditorium.
http://spettacoli.tiscali.it/articoli/cinema/15/10/14/festival-roma-bellucci.html?cinema
Posta un commento