Matthew Bellamy, i gatti si chiamano Kim e Kanye

Il cantante dei Muse ha confessato di aver fatto questa scelta dopo aver ascoltato un'intervista della coppia West-Kardashian

L'intervista. Matthew Bellamy e Dom Howard, rispettivamente cantante e batterista dei Muse, si sono raccontati in una lunga intervista a Radio.com in cui hanno affrontato tantissimi argomenti: il momento della band, l'uscita del dvd del concerto registrato allo Stadio Olimpico di Roma ed, ovviamente, Kanye West, un collega che divide ma che a loro piace. “Dopo vent'anni di carriera guardi indietro e realizzi di aver vissuto dei momenti decisamente folli. Abbiamo cominciato a suonare nelle feste private o in qualche piccolo centro sportivo, però devo dire che sono stati periodi piuttosto divertenti, soprattutto con le ragazze”, scherza Bellamy. Ora anche il cantante dei Muse è diventato oggetto di gossip soprattutto per la sua relazione con l'attrice Kate Hudson, da cui ha avuto anche due figli: “Non leggo molto le notizie di questo tipo. Credo che alla fine non importi a nessuno sapere della tua vita privata. Il momento che mi ha veramente infastidito è stato dopo la nascita dei miei figli, in quel periodo avere una telecamera piazzata in faccia non fa piacere”.
Influenze musicali. I due musicisti poi parlato della musica ascoltata nel corso dell'ultimo anno con Howard che non ha fatto mistero di aver apprezzato “Yeezus” di Kanye West: “Io devo dire di non conoscere molto bene la sua musica – ha detto Bellamy – ho ascoltato solo qualche piccola parte del suo ultimo disco. I testi sono un po' strani così pieni di “Io” ma credo che la musica sia molto buona. Ho ascoltato però un'intervista di Kanye e l'ho trovato fantastico. Mi piace il suo modo di fare, questo suo voler mostrare il dito medio a chiunque. Così alla fine ho deciso di dedicare a lui e alla sua donna i nomi dei miei due gatti: Kanye e Kim”.
Posta un commento