Oscar 2015, 21 curiosità da sapere della 87a edizione

Nel bene o nel male, anche questi Oscar 2015 faranno la storia. Ecco le curiosità che caratterizzano questa 87esima edizione
Sapevate che Meryl Streep ha battuto il suo record personale (e non solo) di nomination? E che invece nove dei venti attori nominati – tutti bianchi tra l’altro – sono alla loro prima candidatura? E pensare che tre di loro “rischiano” pure di vincere la statuetta. Come ogni anno, anche questi Oscar 2015 sono destinati a fare la storia. E siccome manca davvero pochissimo alla cerimonia di premiazione, ecco qualche curiosità da tenere a mente per arrivare preparati al più grande appuntamento cinematografico dell’anno.
1) Meryl Streep è a quota 19 nomination. Che era divina già lo sapevamo. Ma con la sua candidatura per Into the Woods, la Streep è al punto massimo mai raggiunto in carriera da qualsiasi altro attore, maschile o femminile che sia. Dopo di lei, e a debita distanza, c’è solo Jack Nicholson con 12 nomination.
2) Nove, dei venti attori nominati nelle categorie di recitazione, sono alla prima nomination: Felicity Jones (La teoria del tutto), Rosamund Pike (Gone Girl), Steve Carell (Foxcatcher), Benedict Cumberbatch (The Imitation Game), Michael Keaton (Birdman), Eddie Redmayne (La teoria del tutto), Patricia Arquette (Boyhood), Emma Stone (Birdman), e J.K. Simmons (Whiplash). Almeno tre di loro sono anche sicuri di vincere: Eddie Redmayne o Michael Keaton, Patricia Arquette e Simmons.
3) Bradley Cooper invece è alla sua terza candidatura consecutiva. Era già stato nominato come non protagonista per American Hustle (2014) e da protagonista per Il lato positivo (2013). Solo un’altra nomination, e potrà condividere col grande Marlon Brando il record per il maggior numero di candidature consecutive. Rimanendo in tema, quest’anno Bradley Cooper concorre anche per il Miglior Film. L’attore infatti è tra i produttori di American Sniper.
4) Doppia candidatura anche per Alexander Desplat, ma nella stessa categoria. Il compositore è stato infatti nominato per la colonna Sonora sia di The Grand Budapest Hotel che di The Imitation Game. L’ultimo a ritrovarsi in una situazione simile fu Steven Soderbergh nominato come migliore regista per Erin Brockovich e Traffic nel 2000.
5) Edward Norton recita in due dei film candidati agli Oscar 2015, Birdman e The Grand Budapest Hotel. È anche nominato come migliore attore non protagonista per il suo ruolo in Birdman. Altri sette attori invece sono candidati anche se nessuno dei loro film concorre al premio principale. Si tratta di: Reese Witherspoon (Wild), Mark Ruffalo (Foxcatcher), Rosamunde Pike (Gone Girl), Marion Cotillard (Due giorni, una notte) Meryl Streep (Into the woods), Laura Dern (Wild), Robert Duvall (The Judge).
6) Nessun vincitore del 2014 è nominato quest’anno. Anche se, Matthew McConaughey è stato l’unico ex vincitore a recitare in un concorrente notevole (Interstellar). Tuttavia, diversi “perdenti”, tra cui Desplat, il produttore Scott Rudin, e la Streep, sono stati nominati di nuovo.
7) Nessuno dei candidati di quest’anno si è aggiudicato il famigerato big five (ovvero la cinquina di nomination a Miglior Film, Regista, Attore, Attrice, e sceneggiatura). Gli ultimi film ad essere nominati in tutte e cinque le categorie sono stati American Hustle (2014) e Il lato positivo (2013), tutti e due diretti da David O. Russel. L’ultimo a vincerle invece Il silenzio degli innocenti (1992).
8) Estonia e Mauritania sono alla loro prima nomination come film in lingua straniera. I loro avversari invece sono stati nominati già diverse volte in passato: Argentina (6), Poland (9), Russia (5).
9) Non ci sono attori di colore nominati quest’anno. David Oyelowo, che interpreta Martin Luther King in Selma, è stato completamente snobbato dall’Academy nonostante la pellicola sia in gara come Miglior Film. L’ultima volta che tutti i nominati erano bianchi fu nel 1998.
10) Wes Anderson è alla sua prima nomination come Miglior Regia. Le sue precedenti candidature agli Oscar furono per la Migliore Sceneggiatura Originale (Moon Rise Kingdom, I Tenenbaums) e Miglior Film di Animazione (Fantastic Mr. Fox).
11) Tre dei nominati al Miglior Film sono stati nella Black List. L’annuale lista delle migliori sceneggiature di Hollywood, non ancora prodotte, includeva tra gli altri American Sniper (2013), The Imitation Game (2011), e Whiplash (2012). Anche Foxcatcher, che concorre per diversi premi, era inserito nella Black List 2013.
12) La star di Boyhood Ellar Coltrane non era ancora nato quando il regista Richard Linklater realizzò La vita è un sogno (Dazed and Confused). Nel film, datato 1993, recitavano tre future Premi Oscar (Ben Affleck, Matthew McConaughey, e Renee Zellweger). Coltrane, che è nato 1994, aveva solo sette anni quando iniziò a girare Boyhood (ora ne ha venti). Sempre a proposito di Boyhood, nonostante il film sia stato girato in dodici anni, ci sono voluti solo 39 giorni per completare tutte le riprese.
13) Hollywood ama i biopic. La metà dei film candidati quest’anno sono ispirati a storie di personaggi realmente esistiti: Chris Kyle (American Sniper), Martin Luther King (Selma), Alan Turing (The Imitation Game), Stephen Hawking (La Teoria del tutto). Negli ultimi quattro anni, tre dei vincitori – 12 anni schiavo, Argo e Il Discorso del Re – erano basati su storie vere.
14) How to Train Your Dragon è il primo franchise animato ad avere tutti i suoi film nominate come Miglior Film di Animazione. Solo un sequel (Toy Story 3) ha però vinto un premio.
15) Non ci sono registe donna tra le nomination di quest’anno. L’ultima regista ad essere nominata fu Kathryn Bigelow nel 2009 per The Hurt Locker. La Bigelow, che quell’anno vinse anche, era la quarta donna regista ad essere nominata nella storia dell’Oscar.
16) Tra i film nominati, il primo ad uscire in sala è stato Grand Budapest Hotel, a marzo 2014. Illustre precedente negli annali della storia degli Academy Awards è Il silenzio degli innocenti uscito a febbraio 1991 e poi vincitore agli Oscar l’anno successivo.
17) Bennett Miller è il primo regista ad essere nominato senza avere un film candidato da quando l’Academy ha esteso la categoria da 5 a 10 pellicole nel 2010. Se sei un attore, Miller è anche il regista con cui vorresti sempre lavorare. Prima di Foxcatcher, Miller ha diretto Capote e Moneyball. Philip Seymour Hoffman (Capote), Catherine Keener (Capote), Brad Pitt (Moneyball), e Jonah Hill (Moneyball) sono stati tutti nominati per le loro performance, e Hoffman vinse pure come Miglior Attore nel 2005.
18) Non ci sono blockbuster nella categoria Miglior Film. Nessuno tra i film nominati ha incassato più di 100 milioni di dollari. Il record di incassi tra i contendenti lo segna The Grand Budapest Hotel che ha raccolto circa 60 milioni. Sommando i totali al botteghino di tutti gli otto film candidati agli Oscar 2015, si arriva a 203 milioni di dollari di incasso solo domestico (scarsi 500 milioni worldwide).
19) Rosamund Pike è la terza Bond Girl candidata all’Oscar. E buon per lei: entrambe le precedent candidate, Halle Berry (Die Another Day) e Kim Basinger (Never Say Never Again), hanno vinto. La Berry per Monster’s Ball e la Basinger per L.A. Confidential.
20) Hulk vs Hulk . Due degli attori nominati nella categoria Migliore attore non protagonista, hanno interpretato Hulk sul grande schermo: Edward Norton (Birdman), ha interpretato l’uomo verde ne L’incredibile Hulk (2008), Mark Ruffalo (Foxcatcher), invece, attualmente interpreta lo stesso ruolo nel franchise The Avengers.
21) Anche quest'anno il party post Oscars più atteso ed esclusivo sarà quello organizzato da Madonna ma... Lei non ci sarà, impegnata in Europa per la promozione del nuovo album in uscita.
https://www.blogdicultura.it/oscar-2015-20-curiosita-da-sapere-della-87a-edizione-27190.html
Posta un commento